Home SERVIZI Analisi Computerizzata della Postura e del Passo
formats

Analisi Computerizzata della Postura e del Passo

in SERVIZI

Home Analisi Computerizzata

ESAME BAROPODOMETRICO COMPUTERIZZATO 

Una sofisticata metodica di indagine non invasiva che consente di misurare la quantità di carico esercitata su ciascun punto di appoggio del piede e l’atteggiamento prono-supino del piede in dinamica. L’esame può essere eseguito a piedi nudi (per valutare patologie ed individuare le zone di sovraccarico).

Il test prevede:

  • controllo in ortostatismo bipodalico (esame statico)
  • indagine del passo durante l’evoluzione cinetica del movimento (esame dinamico).

Le misurazioni effettuate sono accompagnate da documentazione a colori con analisi valori pressori in automatico con confronto dei parametri di normalità.
Lo studio baropodometrico consente al paziente di avere una chiara visione della distrubuzione delle superfici e dei carichi esercitati sul piede, aiutandolo a conoscere meglio il proprio appoggio.

Il controllo dell’appoggio del piede sia senza che con le calazature previene l’insorgere di dolori alle articolazioni metatarsali o al calcagno in caso di instabilità, nonché complicazioni che possono riflettersi sulla struttura corporea con particolare riferimento ad algie lombari, problemi di ginocchio e di bacino. Attraverso lo studio baropodometrico è possibile realizzare un ortesi con maggior precisione nella verifica degli scarichi effettuati

ANALISI STATICA

Per esame baropodometrico in statica si intende una rilevazione delle pressioni effettuata su soggetti in stazione eretta, in appoggio bipodalico senza sostegno, con o senza calzature, con i talloni allineati ed i piedi divaricati a 30° in modo da configurare un ideale poligono di sostegno poiché in questa posizione viene ben assicurata la stabilità in senso sagittale e latero-mediale.

Tale analisi, che ha un timing di acquisizione di 1mm/s, permette di valutare:
il baricentro corporeo, i centri di pressione monopodalici, parametri numerici suddivisi tra avampiede e retropiede e relativi ad ogni singolo piede quali: la superficie d’appoggio, i carichi di appoggio in percentuale del peso del paziente, la pressione massima (M) e la pressione media (rapporto tra carico e superficie).

ANALISI DINAMICA

Per definizione si intende per analisi dinamica lo studio delle pressioni del piede in movimento (la deambulazione del soggetto) valutando in sequenza le pressioni plantari, in appoggio monopodalico, che si esercitano al momento del passaggio del piede sui sensori della piattaforma. Tale fase valuta le caratteristiche dell’appoggio del piede durante il passo, dando l’immagine dell’intero svolgimento di esso (dall’appoggio del tallone fino allo stacco da terra dell’avampiede e delle dita) e fornendo valori delle superfici, delle pressioni e delle velocità.

Tali valori possono essere rappresentati sotto forma di grafici o numeri relativamente a : pressione massima o ipercarico (M), pressione media, superfici d’appoggio, velocità (o tempo di permanenza), Mass Line (M) cioè la linea che collega il percorso del punto di ipercarico ed infine della Gait Line (G) cioè la linea del percorso del centro di pressione per ogni momento dello svolgimento dell’ appoggio del piede.

BARO-STABILOMETRIA

La stabilometria clinica è utilizzata per analizzare le oscillazioni del paziente in ortostatismo ed analizzare le strategie utilizzate dallo stesso per mantenere tale posizione  (piedi a talloni ravvicinati,  con angolo a 30°).

Nell’ambito patologico questa indagine contribuisce:

  • alla diagnosi dei disturbi dell’equilibrio (vestibolopatie periferiche o centrali, disturbi cerebellari, lesioni corticali, disturbi dell’apparato visivo, malattie osteo-muscolari);
  • al monitoraggio delle terapie riabilitative e farmacologiche (come indagine non invasiva indicata per valutare l’influenza di alcuni farmaci con target sul SNC) ;
  • alla valutazione medico-legale per stabilire l’effettiva autenticità di disturbi riferibili a colpi di frusta cervicali o ad altre cause.

L’analisi stabilometrica è anche valido mezzo di controllo nella terapia delle patologie che causano instabilità, indicando con estrema precisione alcuni fattori causali, come ad esempio la non corretta chiusura delle arcate dentali nelle cefalee muscolo-tensive e nei mal di schiena.

L’esame è effettuato ad Occhi Aperti (OA) ed ad Occhi Chiusi (OC) mantenendo la posizione per 51,2 secondi in ciascuna delle due prove. E’ possibile inoltre effettuare dei test aggiuntivi in appoggio monopodalico (5 sec. OA ed OC). L’esame è effettuato anche a capo retroflesso per individuare problematiche di interferenza cervicale. Il test OA è confrontabile, con relativo Indice di riferimento, con un test OA con occhiali.

A seguito dell’esame bipodalico è misurata la posizione media del centro di gravità del corpo (circa 1 centimetro quadrato) e dei suoi piccoli movimenti attorno a tale punto, poiché lo stare in piedi immobile richiede un lavoro di controllo delle oscillazioni entro limiti precisi e calcolabili.
I valori hanno standard internazionali con indicatori specifici (I.B.P. Indice Bio Posturale®), riferiti a soggetti normali, sono di sussidio per una più agevole interpretazione dei dati.  La variazione della posizione della proiezione del CdP (centro di pressione), che forma il cosiddetto “gomitolo dell’oscillazione”, è visualizzata in tempo reale.

Le caratteristiche quantitative del CdP sono il centro medio, sia in senso antero-posteriore che latero-laterale, la superficie, la lunghezza e la frequenza dell’oscillazione, il calcolo dell’area sottesa (RA) e la lunghezza della traccia (LLT), oltre ad altri dati complementari relativi all’ellisse di confidenza (schiacciamento inclinazione, etc.)

Queste rilevazioni si dimostrano di grande importanza in quanto essendo il piede un organo di moto, l’errata percezione del suolo, portano ad una spinta alterata nel cammino o nella corsa, che si ripercuotono in spinte di disturbo per tutte le articolazioni alte con conseguenti problematiche che possono peggiorare con il passare del tempo. Solo seguendo questo approccio si potrà assistere al ripristino e al miglioramento del benessere della persona.
Una rieducazione posturale corretta ristabilisce le giuste tensioni e le corrette curve fisiologiche, risolvendo dolori di natura muscolare e/o articolare.

Responsabile

Dr. Pino Riolo

dott_riolo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Prestazioni:

  • Esame podoscopico, baropodometrico e stabilometrico computerizzato.

 

Per info e/o prenotazioni telefonare al numero 0909222866 oppure clicca qui.

 
 Share on Facebook Share on Twitter Share on Reddit Share on LinkedIn